Rete civica del comune di Sora, notizie dall'Amministrazione Comunale.
Città di Sora

Apertura Dormitorio “Cittadini dal Mondo”: Caritas e Comune in campo per l’emergenza dei senza tetto

caritasIl Centro Servizi Caritas di via Costantinopoli a Sora si arricchisce da domenica, 1° dicembre 2013, di una nuova opera a favore delle persone in difficoltà abitativa. Dopo l’emporio alimentare ed il centro per  l’abbigliamento si inaugura domenica,  alle ore 18,00 il dormitorio “Cittadini dal mondo”.

Questa “opera-segno” nasce per rispondere all’emergenza che anche nel nostro territorio si fa viva da tempo, per persone che per motivi svariati si trovano in emergenza abitativa. Caritas diocesana e Comune di Sora  mettono insieme le loro energie migliori nel campo del servizio sociale rivolto all’emergenza casa.

È alla firma la convenzione tra i due Enti, per permettere a persone che hanno una difficoltà abitativa estrema, di non dover dormire in macchina.

Saranno presenti all’inaugurazione, informale ma festosa, il Vescovo, Gerardo Antonazzo, il Sindaco di Sora, Ernesto Tersigni, diverse rappresentanze di organizzazioni ecclesiali locali, tra cui ovviamente i direttori Caritas delle zone pastorali della Diocesi e soprattutto loro, i veri protagonisti, i 12 ospiti che già sono inseriti nel dormitorio, inviati dai servizi sociali del comune di Sora, o dai servizi sociali dei comuni limitrofi. A mano a mano che i letti sono arrivati, si sono presentati subito “gli ospiti”, molto prima dell’inaugurazione, e non si tratta soltanto di persone sole o extracomunitari, ma anche di nuclei familiari di italiani o di cittadini europei.

La collaborazione già attiva da anni tra Servizi Sociali e Caritas, e qui ricordiamo l’impegno instancabile e lungimirante dell’indimenticato Alberto Santucci, ha finalmente un luogo, una possibilità per offrire un’ efficace risposta all’emergenza. È ben poca cosa sì, anche se  i posti-letto sono poco più di trenta, ma pur sempre vengono offerti un tetto, un conforto, un sorriso per un breve periodo, per riprendere a sperare. Nel nostro territorio mancava una realtà così significativa e possiamo considerarlo un vero, concreto dono del prossimo Natale.

Questo è anche il frutto di una sinergia che funziona tra la Chiesa Locale le Amministrazioni Comunali. Una risposta concreta ai bisogni più impellenti, in questi tempi sempre più difficili e problematici.