Rete civica del comune di Sora, notizie dall'Amministrazione Comunale.
Città di Sora

Festival delle Storie

La Valle di Comino a un’ora e mezza da Roma, Napoli e Pescara, è la terra di mezzo. E come spesso accade nell’epica, è una terra in bilico. La sfida è resistere e sfuggire alla forza di gravità che spinge verso il basso, provando a scommettere sulla propria identità, sul turismo, sulla cultura.

Il Festival delle Storie – quarta edizione, dal 23 al 31 agosto, ideato e diretto da un figlio di questa terra, il giornalista Vittorio Macioce, ha raccolto questa sfida, mettendo al centro del suo programma “l’esercizio della memoria”.

Il Festival delle Storie si muoverà per nove giorni, da un paese della Valle all’altro, uno al giorno.

Quest’anno il festival avrà come canovaccio le carte dei tarocchi, reinterpretate in chiave personale e contemporanea. Ogni giorno una carta, come nella famosa canzone di Fabrizio De Andrè. Volta la carta e c’è il Giocatore (Alvito, 23 agosto), il Cartografo (Atina, 24 agosto) e poi di volta in volta, di giorno in giorno, il Viandante (Vicalvi, 25 agosto), il Seduttore (Casalattico, 26 agosto), il Veggente (Gallinaro, 27 agosto), il Costruttore (San Donato Valcomino, 28 agosto), il Fanciullo (Alvito, 29 agosto), il Prigioniero (Picinisco, 30 agosto); l’ultima carta è quella del Tessitore (Casalvieri, 31 agosto).

Il 23 si parlerà di calcio con Gianni Bellini, il più grande collezionista al mondo di figurine Panini, e con Pino Wilson, Giancarlo Oddi, Eraldo Pecci; il 24 incontreremo Arturo Diaconale, Antonello Fassari, storico volto dei “Cesaroni”, Laura Kibel che usa parti del suo corpo per realizzare uno stravagante teatro di figura. Domenica 25, nel pomeriggio, imperdibile l’appuntamento con i doppiatori di Gollum (Il signore degli anelli), di Piton (Harry Potter), di Harry Potter e del videogame Assassin’s Creed. Il 26 è la volta di Veronica Raimo, Giulia Blasi, con l’arrivo di Marco Travaglio alle 22:00. Il 27 l’appuntamento è con Stefano Filippi e Andrea Tornielli, vaticanisti de Il Giornale e della Stampa, per un incontro su Papa Francesco e la sua vera storia; a seguire Maurizio De Giovanni, uno dei più amati giallisti italiani, e il concerto di Ambrogio Sparagna. Il 28 sarà presente Walter Siti, Premio Strega 2013 con Resistere non serve a niente; a seguire una degustazione di vini a cura di Antonio Paolini, critico enogastronomico dell’Espresso. Il 29 con la supervisione di Paolini, alcuni chef stellati dimostreranno come tradurre un romanzo in una pietanza, “cucinando” Resistere non serve a niente di Walter Siti; a seguire concerto anni ’60 con I Leaders, la band rock più famosa della provincia in quegli anni.

Il 30 incontreremo Gianfranco Calligarich, Walter Veltroni e Alessandro Sallusti. Il 31 ci saranno Adelchi Battista, Sabrina Nobile e Filippo Roma delle Iene, popolare trasmissione tv, e i protagonisti di “Un giorno da pecora” (Radio2), che incontreranno Giorgia Meloni.

In contemporanea ci saranno laboratori per imparare a raccontare e a scrivere storie, escursioni naturalistiche, birdwatching, mountain bike archeologico, e moltissimi altri “esercizi della memoria”.

Per visionare il programma completo, andare su www.festivaldellestorie.org