Rete civica del comune di Sora, notizie dall'Amministrazione Comunale.
Città di Sora

“Progetto Liris Marco Tullio Cicerone”: i chiarimenti dell’Assessore all’Ambiente

FotoLirisL’Assessore all’Ambiente, Maria Paola D’Orazio, ha accolto con estrema soddisfazione il fatto che il Progetto Liris Marco Tullio Cicerone”, sia stato ritenuto meritevole di attenzione e, quindi, sia rientrato nell’ambito di un ambizioso programma della Regione Lazio, sulla base di specifiche iniziative della Comunità Europea – POR -FERS – 2007-2013, dal titolo “Le vie delle acque”.

A tal riguardo, il Comune ha proposto un intervento che tende a valorizzare il tratto urbano di fiume Liri anche con finalità economiche, che passi anche attraverso iniziative ricreative e turistiche: il fiume con il suo contesto rappresenta un’occasione di crescita irrinunciabile per la Città di Sora.

L’Assessore D’Orazio ha inteso, quindi, chiarire degli aspetti legati ai paventati risvolti negativi che, secondo alcuni, l’iniziativa potrebbe determinare. <In primo luogo, – spiega – la problematica inerente il trasporto solido, quindi la capacità del corso d’acqua di trasportare a valle materiali solidi, verrebbe addirittura a stabilizzarsi grazie alla “traversa” fondale del previsto sbarramento che, a quota opportuna, garantirà il ripristino della livelletta di base dell’alveo che, attualmente, è al di sotto della quota “0”, data l’erosione determinata dalla velocità delle acque. A tal proposito,è opportuno precisare anche l’ulteriore effetto benefico di tale “traversa” che, con lo sbarramento, azzererà, almeno periodicamente, il salto attualmente presente a monte del ponte di Napoli che, con l’azione della corrente, rischia pesanti infiltrazioni alle fondazioni dello stesso ponte. Quanto, invece, al timore dell’improbabile aumento della temperatura delle acque, dovuto allo sbarramento mobile, a carattere stagionale con l’esclusione del periodo autunnale-invernale, già sotto il ponte di Napoli, e da oltre un secolo, esiste una paratia artificiale di oltre un metro che non ha mai creato problemi, né all’ittiofauna, né ai cittadini, anzi, di converso, in alcuni momenti, e con i dovuti accorgimenti, ha da sempre abbellito lo stesso corso del fiume Liri>. L’Assessore all’Ambiente, evidenzia, inoltre, che l’iniziativa, per quanto in ultimo, ha previsto sistemi a garanzia sia dell’ittiofauna, sia dei problemi inerenti il riscaldamento delle acque, infatti, adeguati accorgimenti, quali “scala per pesci” e sistemi atti a favorire la movimentazione delle acque, anche non superficiali, garantiscono il superamento delle problematiche sollevate. L’Assesore D’Orazio, infine, sottolinea che, “il contributo riconosciuto dalla Comunità Europea è esculsivamente riservato ad iniziative specifiche in tema di acque e finalizzato a valorizzare i corsi d’acqua e ad incentivare le attività possibili. A tal ultimo rigurado, la navigabilità leggera con canoe è più che pertinente e, pertanto, l’utilizzo o la destinazione di questi fondi non poteva essere destinato ad altre iniziative, ad esempio inerenti alla sistemazione di argini o comunque interventi di natura conservativa, pena la perdita della somma del finaziamento europeo di circa 450.000,00 euro”.

Sora, 30 Ottobre 2013

                                                                              L’ASSESSORE ALL’AMBIENTE

Maria Paola D’Orazio                                                       

Share