Rete civica del comune di Sora, notizie dall'Amministrazione Comunale.
Città di Sora

Progetto LIRIS “Marco Tullio Cicerone”

SETTORE V -LAVORI PUBBLICI E AMBIENTE-

L’iniziativa è ricompresa nei piani POR FESR Lazio 2007-2013 sotto il titolo “Sora Città fluviale – il Fiume “Liris”.

L’intervento progettato si propone di realizzare una prima parte di un progetto più generale che intende organizzare le possibili attività di valorizzazione del fiume Liri, per conseguire significativi ritorni in termini turistici, sociali, economici ed ambientali. Il progetto generale prende in considerazione il tratto del fiume che parte dal ponte Divino Amore, in loc. Pontrinio, sino al ponte di Vaughan, in loc. Madonna della Neve con uno sviluppo lineare di oltre 2000 metri.

Le iniziative del progetto di cui trattasi possono essere così riassunte:

  • realizzazione di una traversa di sbarramento, a monte del ponte di Vaughan, con la regolarizzazione del livello del fiume nel periodo di magra ricompreso tra i mesi di giugno/settembre, con la creazione delle condizioni della cosiddetta “navigabilità leggera” per consentire gare di canoa o per semplici escursioni con “imbarcazioni” idonee,

  • organizzazione delle attività a carattere sociale, ricreativo e sportivo-turistiche .

Ulteriori interventi già previsti nella progettazione generale potranno essere attuati solo a seguito di reperimento fondi e potranno riguardare:

  • illuminazione mirata del tratto fluviale interessato dalla definita “navigabilità” leggera,

  • recupero dei parchi a margine del tratto fluviale quali quelli di S. Chiara e Valente,

  • realizzazione di pontili in legno in alveo e ripristino di accessi esistenti,

  • arredi e varie lungo il tratto fluviale di cui trattasi.

Lo sbarramento, che consentirà l’innalzamento del livello del fiume, costituisce opera altamente specialistica ed infatti l’aggiudicazione della gara, avvenuta con l’offerta  economicamente più vantaggiosa, è stata assegnata alla ditta Hydroairbank con sede in Milano, che ha prodotto un interessante sbarramento con traversa a geometria variabile, in carpenteria metallica ed azionata da un unico tubolare gonfiabile pneumaticamente (con aria atmosferica) realizzato con speciale tessuto gommato.

La traversa mobile è prevista al di sopra di una soglia fissa  realizzata in calcestruzzo armato. A riguardo va anche precisato che il carattere torrentizio del fiume Liri e la pendenza del tratto tra il ponte di Napoli e il ponte di Vaughan, interessato dalla traversa, ha generato un abbassamento del fondo dell’alveo di circa 70 cm con serio pericolo per talune opere di contenimento a margine che, risultano interessate da infiltrazioni di acqua nelle fondazioni. La soglia di ancoraggio della traversa favorisce quindi, anche, il naturale rinterro con il ripristino del vecchio profilo dell’alveo. 

La traversa facilmente abbattibile per qualsiasi causa di pericolo, è tale da restituire completamente al fiume la sezione originaria di deflusso.  

Allo stato quindi, definita la procedura di gara con l’aggiudicazione definitiva, si è nella fase del contratto cui seguirà la cantierizzazione e l’attivazione del cantiere, solo dopo la definizione della progettazione esecutiva a cura della ditta aggiudicataria e previa acquisizione dei pareri. 

 

Share