Rete civica del comune di Sora, notizie dall'Amministrazione Comunale.
Città di Sora

Soggiorno per gli anziani a Rodi Garganico: le precisazioni dell’Amministrazione Comunale

rodigarganicoIn data 06.05.2013 è stata indetta un’indagine di mercato per acquisire la migliore offerta per il soggiorno estivo per gli anziani. Sono state invitate 33 ditte ed hanno risposto all’invito 14 ditte.

La commissione, appositamente nominata, a seguito di un attento esame e previo sopralluogo in loco, ha ritenuto che la migliore offerta, tenuto conto del rapporto qualità/prezzo, fosse quella formulata dall’Hotel Solaria di Rodi Garganico.

La proposta comprendeva i seguenti servizi:

Viaggio in pullman GT Sora/Rodi e ritorno;

Soggiorno dal 26/8 al 9/9 in hotel tre stelle in pensione completa con camere climatizzate;

– cocktail di benvenuto; cena di arrivederci con buffet di dolci, spumante e animazione; per tutta la durata del soggiorno mezza minerale in camera a persona; colazione a tavola e a buffet con dolce e salato;

– pranzo e cena a tavola comprendenti: 2 primi, 1 secondo di carne o pesce o altra specialità, 1 contorno di verdura fresca o cotta, frutta di stagione o macedonia di frutta fresca, ¼ di vino e ½ litro di acqua minerale a persona; antipasto e dolce 2 volte per tutta la durata del soggiorno.

– organizzazione di sport ed attività di animazione in riva al mare con ginnastica dolce aerobica, acqua gym.

servizio spiaggia con uso cabine, un ombrellone e due sdraio ogni due persone;

escursioni esterne tra natura, arte e religione con visite guidate;

– 2 escursioni: la prima in pullman GT durante la prima settimana con destinazione Parco Nazionale del Gargano-Foresta Umbra con pranzo a sacco fornito dall’Hotel (gratuita), la seconda prevista nel giorno della partenza con sosta e pranzo (presso hotel l’Approdo) a San Giovanni Rotondo, con visita alla basilica di San Pio da Pietralcina;

3 serate danzanti con consumazione gratuita;

passeggiata al Porto turistico Marina di Rodi (50 mt. dall’hotel) con degustazione gratuita del famoso gelato di produzione artigianale;

– serata con cocomerata (gratuita)

Possibilità a pagamento di escursione alla grotte del Gargano via mare e gita alle isole Tremiti.

Il prezzo omnicomprensivo offerto è stato di 38 euro al giorno per un totale di euro 532 per 15 giorni di soggiorno. Grazie allo svolgimento di controlli giornalieri ed attenti, possiamo garantire che tutti i servizi previsti dal soggiorno sono stati effettivamente resi.

I partecipanti sono stati accompagnati per l’intero soggiorno da tre assistenti ed un coordinatore/autista che ha messo loro a disposizione il mezzo in dotazione ai servizi sociali attrezzato per il trasporto disabili e per ogni necessità che si fosse presentata. (acquisto medicinali, trasporto alla guarda medica, trasporto in spiaggia ecc…). Inoltre l’Hotel ha messo a disposizione una navetta per quanti avessero difficoltà a raggiungere a piedi la spiaggia (distante circa 200 mt.) o il centro storico del paese di Rodi Garganico.

Gli uffici dei Servizi Sociali hanno ricevuto 120 richieste di partecipazione a fronte di 100 posti disponibili. L’Amministrazione per dare la possibilità a tutti di partecipare facendo un ulteriore sforzo è riuscita a garantire ai 20 richiedenti in sovrannumero di partecipare. Quindi, 20 persone sono state ospitate in un’altra struttura messa a disposizione dall’aggiudicatario del servizio. L’individuazione di questi ospiti è stata fatta su base volontaria o, in alternativa, in base all’ordine cronologico di arrivo delle domande.

Il Comune ha compartecipato al costo sostenuto dai partecipanti con circa 12.000 euro (con un incremento rispetto allo scorso anno) in base alla Delibera di G.M. n. 250 del 8.agosto 2013. Il contributo è stato assegnato a 59 partecipanti in considerazione del loro reddito ISEE relativo all’anno 2012.

Al di là di questi dati, che rispecchiano gli effettivi servizi offerti nell’organizzare il soggiorno, quest’anno abbiamo concentrato le nostre energie e risorse al fine di garantire ai partecipanti una vacanza che non fosse solo una trafila di piatti ricolmi di cibo su di un tavolo, una vacanza incentrata sul cibo ma priva di contenuti, monotona e ripetitiva in un luogo che non avesse molto da offrire. Abbiamo cercato di dare più rilievo al “nutrimento dello spirito” anziché a quello dello stomaco (sempre che si voglia considerare povero un menù che prevedeva due primi a pranzo e due primi a cena, più secondo, contorno, frutta, acqua, vino, ecc.).

Abbiamo organizzato una vacanza in un luogo rinomato (la prima settimana nel mese di agosto) pieno di gente con cui interagire, pieno di stupendi panorami, con una spiaggia bellissima, un mare splendido e pulito a cui è stata assegnata la bandiera blu.

Abbiamo organizzato una vacanza che non fosse solo un diversivo dal solito tran tran cittadino ma un soggiorno che fosse sinonimo di esperienza, di divertimento e opportunità, abbiamo dato voce a coloro che chiedevano un cambiamento, che chiedevano attenzione. Qualcuno ha detto che i nostri anziani sono stati trattati “peggio dei maiali”, il nostro obiettivo non era certo quello di mettere la nostra gente all’ingrasso con gli occhi fissi sul piatto e se qualcuno, tra quelli che si sono lamentati, avesse alzato gli occhi avrebbe visto un mondo nuovo e le tante possibilità che gli erano offerte, avrebbe notato l’attenzione e la cura nelle cose di tutti i giorni e la bellezza di un luogo e di una vacanza che aveva tanto da offrire.

Questo abbiamo cercato di offrire ai nostri anziani, ci siamo riusciti? Secondo l’86,24% dei partecipanti sì, ci siamo riusciti, per il 13,76 % non ci siamo riusciti.

Infatti, gli uffici dei servizi sociali hanno provveduto a fornire ad ogni partecipante una scheda con cui valutare i vari aspetti del soggiorno, su 120 partecipanti hanno compilato e restituito la scheda di valutazione in 109. I dati raccolti ed elaborati hanno dato i risultati che di seguito riassumiamo:

– cortesia personale negativa 26, 60% positiva 73,40%

– pulizia hotel negativa 4,59% positiva 95,41%

– comfort camere negativa 12,84% positiva 87,16%

– qualità dei servizi negativa 37,61% positiva 62,39%

– rapp.qualità prezzo negativa 21,10% positiva 78,90%

– qualità soggiorno negativa 13,76% positiva 86,24%

Vogliamo, quindi, rassicurare i Consiglieri comunali tanto allarmati e preoccupati che si tratta di voci destituite da ogni fondamento e messe in giro ad arte sempre dagli stessi soggetti che ogni anno creano problemi a prescindere dalla destinazione scelta.

Gli anziani meritano, ed hanno da parte di questa Amministrazione, la massima attenzione e considerazione, si vedano le tante iniziative di cui sono destinatari: a partire dalla gestione dei centri anziani, dall’organizzazione del soggiorno estivo, dal trasporto per le cure termali, alla festa di Natale, alle risorse destinate all’assistenza domiciliare, i tanti interventi dei servizi sociali e la costruenda nuova sede per i centri anziani.

Quest’Amministrazione è da sempre aperta e trasparente, quindi invitiamo i vari De Donatis, Petricca, Baratta ed Ascione a proporre, quando sarà il momento, località e strutture che diano servizi ancora migliori ai nostri anziani e, comunque, a partecipare alla scelta della destinazione. Si smetta, però, di strumentalizzare, nel peggiore dei modi, gli anziani, usandoli per sterili “interessi di bottega”. E’ forse il caso di polemizzare sulla quantità di 4 primi consumati durante i pasti quando i servizi sociali ogni giorno devono affrontare e cercare di risolvere situazioni di persone che veramente non riescono a mettere un pasto a tavola? Non sarebbe più giusto occuparsi di tali problematiche?

Vogliate, inoltre prima di creare inutili allarmismi informarvi presso gli uffici preposti, che per inciso non hanno ricevuto nessuna lamentela, sulla veridicità delle notizie apprese magari davanti a qualche bar cittadino.

Share