Rete civica del comune di Sora, notizie dall'Amministrazione Comunale.
Città di Sora

XII Anniversario della scomparsa del Mar. Ca. Luca Polsinelli: il resoconto delle cerimonie  

 

La Città di Sora ha celebrato solennemente, stamani, il dodicesimo anniversario della scomparsa del Maresciallo Capo Luca Polsinelli, il giovane alpino sorano caduto, il 5 maggio 2006, in un vile attentato terroristico a Kabul, in Afghanistan. La commemorazione è stata organizzata dal Comune di Sora con la collaborazione dell’Associazione Nazionale Alpini – Gruppo di Sora.

Le cerimonie hanno preso il via alle ore 9.30, presso l’Auditorium dell’Istituto “Cesare Baronio”, con gli interventi di saluto delle autorità, aperti dal Sindaco Roberto De Donatis. Presenti la famiglia Polsinelli, il Consigliere della Regione Lazio Loreto Marcelli e numerosissime autorità militari e civili.

Dopo il Primo Cittadino, hanno preso la parola per il IX Reggimento Alpini de L’Aquila il Comandante Col. Marco Iovinelli, il Vice presidente vicario dell’Associazione Nazionale Alpini  Sez. Abruzzi Marco Carlizza ed il Consigliere dell’Associazione Nazionale Alpini di Milano Antonello Di Nardo.

Dopo gli interventi istituzionali, è seguito un commovente momento: la lettura della poesia “Nel ricordo di Luca” di Raffaele Sais, dedicata alla memoria del Mar. Ca. Polsinelli.

Nel corso della cerimonia, presentata dalla giornalista Ilaria Paolisso, si è svolta la premiazione della XI edizione del Concorso “Luca Polsinelli: pensieri, colori e note per raccontare la pace”, rivolto agli studenti di tutti gli istituti scolastici della città di Sora. Gli elaborati in concorso sono stati valutati da una giuria di altissima qualità: il Presidente Prof. ssa Diana Carnevale, il Prof. Lucio Meglio ed il M° Giacomo Cellucci. Ha aperto la premiazione la Consigliera delegata all’Istruzione Serena Petricca. Erano presenti il Dirigente Scolastico del I Istituto Comprensivo Cav. Rosella Puzzuoli, il Dirigente Scolastico del III Istituto Comprensivo Dott.ssa Marcella Petricca ed il vice dirigente Scolastico del II Istituto Comprensivo Stefania Di Poce.

Questi i premi assegnati:

1° PREMIO SEZIONE SCUOLE PRIMARIE – Ambito: arti figurative e tecniche varie

 

Elaborato ““GIVE PEACE A CHANCE” – III Istituto Comprensivo – Scuola Primaria “Achille Lauri”- Classe IV A – Alunni: Matteo Bottini, Giacomo La Pietra, Marco Di Pede, Sofia Panacci, Mario Santoro, Matteo Lutrario- Ins. Graziella Pallagrosi, Nadia Mattacchione, Paola Pulcini, Tiziana Alonzi

Motivazione: Lavoro originale per ideazione e realizzazione.

Un segmento d’albero con due tronchi divaricati posto al lato del cartoncino simbolicamente racchiude e indica un concetto chiave: la vita dell’essere umano è sempre ad un bivio in cui si sceglie. E scegliere è l’atto adulto della dimensione morale.  Una base da cui si diparte e sviluppa il tema con sapienza figurativa.

Le tecniche, i materiali, la cura degli elementi decorativi, i dettagli descrivono con semplicità e delicatezza un alto messaggio.

1° PREMIO SEZIONE SCUOLE PRIMARIE– Ambito: letterario

e PREMIO FAMIGLIA POLSINELLI

Elaborato: “PER TE LUCA” – III Istituto Comprensivo – Scuola Primaria “Achille Lauri”- classi V A e V B – Ins. Graziella Proietti e Ornella Facchini

Motivazione: La Giuria ha potuto rilevare nel lavoro di scrittura delle classi V A e B della scuola A. Lauri un ottimo risultato che dimostra l’attenzione dei giovani allievi al testo fondante della nostra Repubblica Italiana: La Carta Costituzionale, riletta alla luce del ricordo del Maresciallo Capo degli Alpini Luca Polsinelli. Con notevole capacità di scrittura, ricorrendo ad un solido apparato di presentazione artistica curato nei minimi dettagli, il lavoro si presenta come un appassionante e sfavillante percorso attraverso la lettura degli articoli della nostra Costituzione, che coinvolge varie modalità di lettura rileggendo la storia nazionale in modo originale ed accattivante.

1° PREMIO SEZIONE SCUOLE SECONDARIE DI I GRADO – Ambito: Arti figurative e tecniche varie

Primo premio ex aequo

Elaborato “LACERAZIONI” – I Istituto Comprensivo – Scuola sec. di I grado “Rosati” classe III A – Ins. Rosanna Conti

Motivazione: Significativa la composizione, in cui la forza rappresentativa-cromatica con tecniche miste, i contrasti, i materiali trattati descrive  l’intensità del tema in oggetto: le lacerazioni che la guerra procura.

 Si legge percettivamente dentro i segni grafici- figurativi, attraverso  i colori, quel sottobosco di ferite che permangono e non si saltano e non si dimenticano,  ma con esse si può solo imparare a convivere accettando,  e,  comunque bisogna dar credito che un salto, qualora si voglia, è sempre possibile , come tenta di fare la bimba, raffigurata in uno squarcio eloquente al centro del disegno, verso quell’orizzonte di speranza vitale ,   che l’arcobaleno   sullo sfondo visualizza.

Primo premio ex aequo

Elaborato “CAPPELLI DI PACE” – I Istituto Comprensivo  – Scuola sec. di I grado “Rosati” classe III C – Ins. Rosanna Conti

Motivazione: Una originale composizione nella tecnica del collage . Una idea semplice ma pregna di significati come una sintesi efficace.

Un solo elemento, un cappello, decisamente simbolico, raffigurato in tante varianti, entro finestre colorate, attraverso un mosaico di parole inerenti al tema , come fossero pietre vive, pazientemente selezionate, raccolte, ritagliate ed incollate.

Si evince un gioco costruttivo nella gioiosa condivisione .  Apprezzabile il messaggio della scansione valoriale delle parole.

1° PREMIO SEZIONE SCUOLE SECONDARIE DI I GRADO – Ambito letterario

Elaborato “MESSAGGI…DI PACE” – III Istituto Comprensivo – Scuola sec. I grado “Facchini” – classe I E – Ins. Mirella Pantanella, Isabella Gerardi e Gianpaolo Venditti

Motivazione: Il mare….. luogo da dove la vita è scaturita…. ma allo stesso tempo dove può trovare la sua fine…La spiaggia….. luogo dove può avere inizio un nuovo viaggio o dove si può giungere dopo averne portato uno a termine….….. come tante bottiglie che si arenano sulla sabbia dopo una lunga traversata iniziata chissà dove, tutte con un denominatore comune: celare al proprio interno messaggi di pace!vIn questo lavoro ci sono tutti questi elementi: il mare, la sabbia, le conchiglie sulla spiaggia, le bottiglie con i messaggi e le storie sulla Pace… sull’Amore…trova spazio addirittura una breve fiaba che vede come protagonista Luca, portatore di Pace, rappresentata anche graficamente tramite un disegno che trova posto accanto alle bottiglie. Un lavoro ben fatto, ben strutturato ed equilibrato, realizzato in modo sapiente e generoso di materiali.

La Giuria ha assegnato anche cinque menzioni di merito:

  • Elaborato “NELL’ONDA DEL RICORDO DI LUCA” – III Istituto Comprensivo -Scuola sec. di I grado  “Facchini”- classe III E – Alunna: Flavia Maria Gabrielli – Ins. Isabella Gerardi

Motivazione: La composizione è resa  preziosa  dalla delicatezza dei colori pastello, la grafica, la morbidezza delle linee, le immagini scelte, la rappresentazione e l’abilità decorativa dei particolari.

  • Elaborato “PACE SE LA DICI E LA RIPETI UN PO’ SI AVVERA” – III Istituto Comprensivo – Scuola Primaria “Achille Lauri”- classe IV A  – Alunni: Kady Di Cosmo, Pelle Michelle – Ins. Graziella Pallagrosi, Nadia Mattacchione, Paola Pulcini, Tiziana Alonzi

Motivazione: Un insieme armonico di colori essenziali  cattura lo sguardo . I materiali scelti con cura e lavorati con gusto aggiungono gradevolezza cromatica mentre i simboli figurativi  completano la composizione tematica.

  • Elaborato “VOGLIAMO LA PACE, LA VOGLIAMO ORA” – III Istituto Comprensivo – Scuola Primaria “Valleradice”- classe I – Ins. Marina Viscogliosi

Motivazione: La guerra non risparmia nessuno, non conosce razze, culture, civiltà…… ma coloro che ne risentono di più sono i più deboli, i nostri bambini, totalmente indifesi di fronte alla barbarie e alle brutture dei conflitti bellici. La composizione ritrae proprio questi indifesi, i cui volti sono disperati dinanzi allo strazio delle battaglie. Tale sgomento traspare dalle lacrime copiose che rigano i loro volti già fortemente provati. Intorno ad essi un coro di cuori ad indicare il loro bisogno di ricevere amore, amore che tentano anche di donare, finché è possibile….. se torna uno stato di pace…. ora… non è troppo tardi….Lavoro semplice ma immediato ed incisivo che riesce a trasmettere la drammaticità dei luoghi in cui la guerra è una realtà quotidiana.

  • Elaborato “UN SOLO NOME” – II Istituto Comprensivo – Scuola primaria “San Rocco”- classe V B – Alunni: Rachele Di Vito, Iole Diana, Alessandro Capasso – Ins. Stefania Di Poce

Motivazione: L’idea ricorrente dell’albero fondamento di vita, prosperità, evoluzione, benessere, pace è resa con un’interazione cromatica apprezzabile di linee,  cerchi e simboli linguistici

  • Elaborato “LACRIME D’ORGOGLIO” – II Istituto Comprensivo – Scuola sec. di I grado “Riccardo Gulia”- classe III C – Alunni: Francesco Tamburrini, Mattia Pecoraro, Giulia Quadrini, Letizia Capobianco, Lorenzo Iafrate – Ins. Eleonora Di Palma

Motivazione: Per la sensibilità espressa attraverso un testo letterario che ripercorre la vicenda del Maresciallo Capo degli Alpini Luca Polsinelli attraverso dei rapidi e folgoranti flash: da quello della memoria, dell’introspezione, degli affetti, al tema della pace e del suo significato.

Le classi 5° A e 5°B della Scuola Achille Lauri del III Istituto Comprensivo, guidate dalle insegnanti Graziella Proietti e Ornella Facchini, hanno eseguito alcuni canti sui temi della Carta costituzionale e della pace a corredo del lavoro vincitore “Per te Luca”. Al termine della premiazione, l’A.N.A. di Sora ha donato ai dirigenti scolastici dei tre istituti comprensivi di Sora un pregiato vessillo alpino.

Alle ore 11.15, ha preso il via il secondo momento della cerimonia che si è svolto all’interno del Cimitero Comunale. Qui sono stati resi gli onori militari in armi con la deposizione delle corone presso la Tomba Monumentale del Maresciallo Capo M.O. Luca Polsinelli. A seguire, nella Cappella del Cimitero, Don Mario Zeverini e l’Ex Cappellano Militare Don Angelo Moncelli hanno celebrato la santa messa.

Share