Rete civica del comune di Sora, notizie dall'Amministrazione Comunale.
Città di Sora

Regolamento (CE) n° 1698/205 – Misura 227 – Azione 1 Ripristino funzionale e la realizzazione di arredi presso il rifugio Trombetta in località Cisterne”

SETTORE V LAVORI PUBBLICI E AMBIENTE

Sono stati consegnati i lavori inerenti all’intervento di cui al P.S.R. (Piano Sviluppo Rurale) POR FESR 2007 – 2013 a cura della Regione Lazio – Comunità Economica Europea di cui al progetto “Ripristino funzionale e realizzazione di arredi presso il rifugio “Trombetta” Loc. Cisterna” Misura 227 Az.1.

L’iniziativa, approvata con delibera di G.M. n.109 del 18/04/2014, il cui progetto è stato redatto da Geom. Vincenzo Alfieri, Geom. Domenico Morsilli, Geom. Domenico Iafrate, è dell’importo di € 99.860,72 di cui € 76.700,00 per lavori al netto della sola IVA. L’importo complessivo è a carico della Regione Lazio e Comunità Economica Europea per € 89.916,36, e per €.9.944,36 a carico dell’Ente. I lavori sono iniziati in data 29/09/2015 a cura della ditta aggiudicataria l’appalto, che è risultata l’impresa COGEDIS s.r.l. con sede a Cassino per l’importo di € 62.710,316, per effetto del ribasso d’asta del 30,053%, oltre IVA.  La direzione dei lavori è stata affidata all’ ing. Massimo Patrizi già consulente nella fase della progettazione.

L’intervento, localizzato nell’area circostante il rifugio “Trombetta”, interessa i soli spazi esterni pertinenziali del rifugio, divenuti ormai aree libere prive di destinazione e di identità e si propone di ripristinare le aree deputate ad accogliere gli utenti per la sosta ed il ristoro, il recupero di percorsi con le relative opere d’arte (staccionate, muri “a secco”) e previsione di elementi di arredo tipo sedute con tavoli e sedie ed accessori tipo “barbeque” sempre all’aperto. Particolare attenzione alla individuazione di spazi per il controllo del bestiame cui sono riservati ambiti recintati per il prelievo, le cure, ecc.

Allo stato, come evidente dalla galleria fotografica, i lavori sono a buon punto: è imminente la chiusura degli stessi con il completamento delle opere in corso a cui, anche i pastori che praticano le aree hanno contributo con opportuni suggerimenti alla loro definizione. L’intervento sarà completato con gli arredi, le opere d’arte, la segnaletica, le bonifiche delle aree interessate ed opere minori e varie. Già nell’estate in corso, gli utenti che praticano il rifugio per le classiche scampagnate, potranno fruire di spazi attrezzati ed idonei.

GALLERIA FOTOGRAFICA

Share