Rete civica del comune di Sora, notizie dall'Amministrazione Comunale.
Città di Sora

San Sebastiano: il Comune di Sora ha festeggiato ieri il patrono della Polizia Locale

sansebastiano2015 186Si sono tenute martedì 20 gennaio 2015 a Sora le celebrazioni ufficiali per la Festa di San Sebastiano Martire, Patrono della Polizia Locale d’Italia.

San Sebastiano è divenuto protettore della Polizia Locale perché nel Breve Pontificio del 3 maggio 1957 Pio XII ha formalmente proclamato il Martire “custode di tutti i preposti all’ordine pubblico che in Italia sono chiamati Vigili Urbani“.

Come da tradizione, alle ore 18.00, presso la Chiesa di Santo Spirito, è stata celebrata la Santa Messa, officiata da S.E. il Vescovo della Diocesi Sora Cassino Aquino Pontecorvo Mons. Gerardo Antonazzo. Ha concelebrato Mons. Bruno Antonellis.

Erano presenti il Sindaco di Sora Ernesto Tersigni, il Consigliere Comunale delegato Angelo Corona, gli agenti della Polizia Locale di Sora con il loro Comandante Magg. Rocco Dei Cicchi, le forze dell’ordine della città, l’Associazione Nazionale Carabinieri, la Protezione Civile, numerosi rappresentanti dell’Amministrazione Comunale e dei corpi di polizia locale di comuni limitrofi.

Al termine della celebrazione si sono tenuti gli interventi delle autorità. Hanno preso la parola il Comandante Dei Cicchi, il Consigliere Corona ed il Sindaco Tersigni.

Questa è l’occasione annuale per rivolgere a tutti gli appartenenti ai Corpi di Polizia Locale del nostro comprensorio un pensiero di apprezzamento e di gratitudine per la loro instancabile attività, rivolta istituzionalmente alla sicurezza, alla legalità, alla tranquillità della popolazione – ha detto il Primo Cittadino –  A tutti gli Agenti della Polizia Locale deve andare oggi, come in ogni altro giorno dell’anno, la gratitudine per il loro lavoro. Un lavoro svolto con perizia ed abnegazione, al quale invito tutta la cittadinanza a rivolgere grande attenzione. Gli agenti del Comune di Sora, guidati dal Comandate Rocco Dei Cicchi, dimostrano quotidianamente le loro grandi doti di professionalità e fermezza ma, nello stesso tempo di cortesia e di aiuto, incarnando per la popolazione, soprattutto nelle situazioni di emergenza, un punto di riferimento capace di infondere fiducia e di regalare comprensione”.

Share