Rete civica del comune di Sora, notizie dall'Amministrazione Comunale.
Città di Sora

TARI

SERVIZIO GESTIONE TARIFFE E RAPPORTI CON GLI UTENTI

Servizio svolto dal COMUNE DI SORA, Ufficio Tributi, tasse e riscossione, sito in (03039) Sora (FR), Corso Volsci n. 111, C.F. e P.IVA 00217140607

Recapiti telefonici 0776828610 – 0776828630-  attivi Lunedì e Giovedì dalle 8,30 alle 13,30 e dalle 15,00 alle 17,00 – Martedì, Mercoledì e Venerdì dalle 8,30 alle 13,30;

Mail: settoretributi@comune.sora.fr.it

Pec: comunesora@pec.it

Dato il perdurare della pandemia da Covid-19, si invitano i gentili contribuenti ad utilizzare i mezzi di comunicazione su indicati per tutte le segnalazioni fa fare, limitando il più possibile di  recarsi personalmente in Comune. Tuttavia, se ciò si rendesse assolutamente indispensabile, occorre preventivamente concordare un appuntamento per poter essere poi ricevuti nei  locali attrezzati per il  rispetto delle norme anti diffusione/contagio Covid-19.

TARI  2020

La TARI è la Tassa sui rifiuti, che dal 2014 ha sostituito la TARES ( in vigore solo per l’anno  2013).

Il Comune di Sora, come per le annualità dal 2014 al 2019, anche per l’annualità 2020 procede alla riscossione della Tassa sui rifiuti (TARI) in forma diretta.

Il tributo dovuto è stato calcolato applicando le tariffe adottate nel 2019 anche nell’anno 2020 (deliberazione di Consiglio comunale n. 31 del 22/07/2020). La citata deliberazione ha altresì stabilito che la bollettazione TARI 2020 viene calcolata applicando l’80% (ottanta per cento), a titolo di acconto, di quanto dovuto per l’anno 2019, atteso che l’Ente provvederà entro il 31/12/2020 alla determinazione ed approvazione del Piano Economico Finanziario del servizio rifiuti (PEF) per il 2020. L’eventuale conguaglio in aumento dovuto dalla differenza tra i costi risultanti dal PEF per il 2020 ed i costi determinati per l’anno 2019 sarà ripartito in tre anni, a decorrere dal 2021, a norma di legge (art. 107, comma 5, del D.L. n. 18/2020).

Le rate, come disposto dalla Giunta comunale con atto n. 108 del 10/08/2020,  sono tre, scadenti il  30/09/2020,  il  30/10/2020 e il 30/11/2020, precisando che ciascuna rata non potrà essere inferiore a venti euro, come disposto con  deliberazione di C.C. n. 6 del 29/03/2018.

Il pagamento della TARI 2020 potrà essere effettuato presso Poste Italiane SpA, gli altri centri autorizzati, gli Istituti di Credito o a mezzo di canali telematici (internet).

Se si intende pagare in un’unica soluzione, la scadenza è quella della prima rata, ovvero 30/09/2020 e occorrerà presentare tutti e tre i modelli agli sportelli abilitati.

Nel caso in cui l’avviso di pagamento  venga recapitato oltre la data di scadenza della prima rata, si informa che la stessa potrà essere pagata entro il 15/10/2020 senza aggravi di costi. Il pagamento sarà considerato tempestivo ai fini dell’eventuale controllo che verrà effettuato dal Comune.

In caso di omesso, parziale o tardivo versamento degli importi dovuti alle relative scadenze, il Comune procederà alla notifica di un sollecito di pagamento e, in caso di perdurante inadempimento, alla notifica di un avviso di accertamento, ai sensi degli artt. 1 e seguenti della L. n. 296/2006, con aggravio di sanzioni (30% del versamento omesso) ed interessi (0,05 – tasso legale vigente) ed eventuale riscossione coattiva a mezzo di Agenzia delle Entrate-Riscossione.

Relativamente all’informativa contenuta nella bolletta TARI 2020 in merito alle annualità pregresse (fino al 2019) non pagate, si precisa che alla data di elaborazione della bolletta di cui trattasi, questo Ente ha potuto inserire nel documento le eventuali morosità relative solo agli anni 2018 e 2019. Pertanto, se i gentili contribuenti intendono farsi controllare tutte le annualità pregresse non pagate possono farlo ai recapiti e negli orari indicati.

In caso di mancata ricezione o smarrimento dei modelli F24 per il pagamento della TARI 2020, il contribuente può richiederne  tempestivamente il rilascio ai seguenti recapiti:

  • 0776828630 – 0776828610

Lunedì e Giovedì dalle 8,30 alle 13,30 e dalle 15,00 alle 17,00

Martedì, Mercoledì e Venerdì dalle 8,30 alle 13,30;

  • Mail: settoretributi@comune.sora.fr.it;
  • PEC: comunesora@pec.it

 

Si rammenta ai contribuenti che il 16 dicembre è fissato il termine ultimo per effettuare il versamento del saldo IMU 2020.

 

MODULISTICA

In questa sezione sono presenti tutti i modelli per le istanze di iscrizione/variazione TARI, per le richieste di sgravio, per comunicare disservizi, per ricevere la bolletta in formato elettronico.

Per informazioni sul presente documento, sull’applicazione delle norme generali e regolamentari inerenti la TARI,  per informazioni su come segnalare eventuali errori o variazioni, per richieste di rettifica e reclami e su come scegliere di ricevere il documento di riscossione in formato elettronico.

Si rimanda al sito internet del gestore del Servizio di raccolta e trasporto, spazzamento e lavaggio strade, www.ambientesora.it, per tutte le informazioni inerenti il servizio stesso e le sue eventuali variazioni.

REGOLAMENTO TARI AGGIORNATO CON DELIBERA DEL 29.09.2020

MODELLO DICHIARAZION TARI UTENZA DOMESTICA

MODELLO DICHIARAZIONE TARI UTENZA NON DOMESTICA

MODELLO DI RICHIESTA PER RICEVERE LA BOLLETTA IN FORMATO ELETTRONICO

MODELLO PER RICHIESTA DI SGRAVIO 2020

MODULO DI RECLAMO

MODULO RICHIESTA RATEIZZAZIONE

MODELLO RIDUZIONE PER DONAZIONE BENI ALIMENTARI

MODELLO RIDUZIONE ATTIVITA’ SOSPESE

 

REGOLE DI CALCOLO

La tariffa TARI, sia per le utenze domestiche che per quelle non domestiche è composta da:

  • Una quota fissa che serve a coprire i costi del servizio di gestione dei rifiuti urbani ed assimilati
  • Una quota variabile rapportata alla quantità di rifiuti conferiti ed alle modalità del servizio fornito.

 

Utenze domestiche

Il tributo TARI è dato dalle seguenti somme:

quota fissa: si ottiene moltiplicando la tariffa per metro quadrato corrispondente alla fascia dei componenti del nucleo familiare per i mq. occupati.

quota variabile: si ottiene moltiplicando la  tariffa corrispondente alla fascia dei componenti del nucleo familiare per il numero dei componenti.

ESEMPIO 1. famiglia di tre persone che occupa una casa (utenza abitativa)  di 130 mq.

Quota  fissa: € 0,632936 X 130 = € 82,2816

quota variabile: € 106,48 X 3 = € 319,44

Alla quota variabile, dal 2016, per tutte le utenze domestiche viene applicata la riduzione del 5% per la raccolta differenziata, pertanto tornando all’esempio di cui sopra:

€ 319,44 X 5% = €  15,97

Il TRIBUTO TARI è dato da:  quota fissa + quota variabile – raccolta differenziata: € 82,28 + € 319,44 – € 15,97= € 417,69.

Al tributo tari su indicato si applica il tributo provinciale nella misura del 5%,  per l’esercizio delle funzioni di tutela, protezione ed igiene dell’ambiente, previsto dall’art. 19 del D.Lgs. n. 504/1992, che verrà riversato da questo Ente alla Provincia di Frosinone.

Pertanto: € 417,69 +  5% = € 438,58, che arrotondato (in questo caso per eccesso) è € 439,00, pari al  totale dovuto dal contribuente.

 

ESEMPIO 2. famiglia di tre persone che occupa una casa di 130 mq  e un garage (utenza non abitativa) di 20 mq

quota fissa casa: € 0,632936 X 130 = € 82,2816

quota fissa garage: € 0,632936 X 20 = € 12,66

quota variabile (si applica solo sull’utenza abitativa e non anche sul garage): € 106,48 X 3 = € 319,44

Alla quota variabile, dal 2016, per tutte le utenze domestiche viene applicata la riduzione del 5% per la raccolta differenziata, pertanto tornando all’esempio di cui sopra:

€ 319,44 – 5% = € 15,97

Il TRIBUTO TARI è dato da:  quota fissa casa + quota fissa garage + quota variabile – raccolta differenziata: € 82,28 + € 12,66 + € 319,44 – € 15,97 = € 414,38

Al tributo tari su indicato si applica il tributo provinciale nella misura del 5%,  per l’esercizio delle funzioni di tutela, protezione ed igiene dell’ambiente, previsto dall’art. 19 del D.Lgs. n. 504/1992, che verrà riversato da questo Ente alla Provincia di Frosinone.

Pertanto: € 414,38 +  5% = € 435,10, che arrotondato (in questo caso per difetto) è € 435,00, pari al  totale dovuto dal contribuente.

Eventuali altre riduzioni accordate dall’Ente (persone invalide, pensionati con pensione minima, compostiera) vanno detratte oltre quella per raccolta differenziata.

 

PER L’ANNO 2020 L’ACCONTO E’ DATO DALL’80% DEL TOTALE DOVUTO

 

Utenze non domestiche

Il tributo TARI è dato dalle seguenti somme:

quota fissa: si ottiene moltiplicando la tariffa fissa corrispondente alla categoria di attività del contribuente per i mq. occupati.

quota variabile: si ottiene moltiplicando la  tariffa variabile corrispondente alla  categoria di attività del contribuente per i mq. occupati.

Esempio:

codice attività 113 (Negozi di abbigliamento, calzature, libreria, cartoleria, ferramenta ed altri beni durevoli)

Mq. occupati 100

Quota  fissa:   €  0,590136 X 100 = € 59,14

Quota  variabile:         €  5,148305 X 100 = € 514,83

Tributo TARI:            € 59,14 + 514,83 = € 573,97

Addizionale Provinciale : € 573,97 X 0,05 = € 28,70

TOTALE DOVUTO DAL CONTRIBUENTE: € 573,97 + € 28,70 = € 602,67, che arrotondato è pari ad € 603,00

 

PER L’ANNO 2020 L’ACCONTO E’ DATO DALL’80% DEL TOTALE DOVUTO